Organized by Veronafiere
Verona
14-16 Settembre 2016
EXHIBITION AND CONFERENCE

CosmoBike Mobility | Programma venerdì 16 Settembre

Scarica il programma in formato pdf

Venerdì 16 settembre 2016, la terza giornata di CosmoBike Mobility, sarà dedicata al tema “Comunicare il cambiamento”

Sala Vivaldi

h 10.00 – 13.30 Corso di formazione per architetti ed ingegneri

Corso di formazione realizzato grazie al contributo di FIAB onlus

logo-FIAB_oriz-col

Giornata di formazione tecnica rivolta ai professionisti: 3 CFU per Ordine degli Architetti e 3 CFU per Ordine degli Ingegneri 

Quando si parla di bici è troppo facile fermarsi al prodotto senza considerarne l’uso e le implicazioni dell’uso. La bicicletta è uno strumento rivoluzionario che è in grado di portare molti cambiamenti positivi nella nostra società. La bicicletta è il mezzo di trasporto più veloce in assoluto per muoversi su distanze inferiori ai 5 km, ma in Italia molti non si avvicinano perché non si sentono protetti e garantiti e così nasce il traffico, l’inefficienza economica e una serie di effetti negativi che finiscono per colpire soprattutto i più piccoli.

È preciso compito di tecnici ed esperti che si occupano di mobilità garantire ai bambini un’esistenza dignitosa e metterli nelle condizioni di affrontare la propria vita con gli strumenti più idonei. E il primo passo deve passare necessariamente per rendere le nostre città luoghi più accoglienti per i bambini di oggi che saranno gli adulti di domani. Invece di proteggere i nostri bambini perché li riteniamo troppo fragili per le nostre città, dobbiamo lavorare tutti assieme per ingentilire le nostre città e farle tornare a essere dei luoghi a misura di bambino.

Il corso presenterà esperienze italiane ed estere di successo che possono essere ripetibili anche nelle nostre città e paesi. I docenti hanno maturato pluriennale esperienza specifica sul tema.

Programma:

ore 10.00          Registrazione

ore 10.15          Saluti e presentazione del corso UniVR – Presidente degli ordini e Marco Passigato

ore 10.30          Diamo strada alle persone – Matteo Dondé

ore 11.00          Il Biciplan all’interno della pianificazione urbana – Francesco Seneci

ore 11.30          Moderazione del traffico, zone 30 e ciclabilità diffusa – Alfredo Drufuca

ore 12.00          Come realizzare un Bicibus: l’esperienza decennale di Reggio Emilia – Elisabetta Gregori

ore 12.30          Piani di mobilità sostenibile intorno ai plessi scolastici: l’esperienza di Mestre – Roberto Di Bussulo

ore 13.00          Il mobility manager aziendale e scolastico – Michela Mingardo

Sala Margherita

h 10.30 – 12.00 Ciclologistica: opportunità per le aziende, risorsa per le città

Convegno organizzato da TRT Trasporti e Territorio nell’ambito del progetto Cyclelogistics Ahead

Cycle_Logistics_logo

Partita dal Nord Europa, la ciclologistica è sempre più fenomeno consolidato anche in Italia, grazie alla nascita di nuove imprese locali in numerose città, così come all’introduzione di bici e cargobici nei servizi di distribuzione dei principali corrieri internazionali e nell’ambito dei più tradizionali servizi postali. Con risultati spesso sorprendenti, in termini di efficienza, efficacia, costi.

Pedonalizzazioni e limitazioni del traffico nei centri storici contribuiscono alla diffusione di imprese in grado di offrire servizi di piccolo consolidamento e distribuzione in centro città (il cosiddetto “ultimo miglio”) utilizzando cargobici e tricicli, ma anche furgoni ecologici per collegare i micro-hub ai centri logistici e ai luoghi di produzione fuori città. Servizi di logistica urbana a zero-emissioni, forniti da nuove realtà aziendali in alcuni casi già molto strutturate.
Se a questo si aggiunge la crescita esponenziale dell’e-commerce e del food delivery, con il conseguente impatto sulla consegna a domicilio, è giusto cercare di comprendere a fondo un fenomeno destinato a influenzare in modo significativo la mobilità nelle nostre città negli anni a venire.
Speaker:

Cosimo Chiffi – Project manager Cyclelogistics Ahead, TRT Trasporti e Territorio

Giuseppe Galli – Partner TRT Trasporti e Territorio

Dario Montagnese – Head of Corporate Development del gruppo Pony Zero/Triclò

Laura Poggi – Media Relations & Brand Identity Manager Nexive

Sala Margherita

h 12:00 – 13:30 Coinvolgere le comunità

Rafforzare e dare potere alle comunità è un elemento chiave della pianificazione urbanistica. È un modo di garantire che specifici bisogni e desideri delle comunità coinvolte siano prese in considerazione. Inoltre, questo è il momento nel quale si crea il tessuto sociale, il legame con i vicini diventano più forti e si manifesta il senso di appartenenza. In questo panel saranno esplorati i migliori esempi di coinvolgimento delle comunità nel processo di concezione, organizzazione e costruzione di forti comunità vivibili e in salute.

Pecha Kucha

E-bike: un’opportunità per lo sviluppo di un territorio

Stefano Chiarioni, Comune di Pastregno. 

Livable spaces

Andrea Conti, Università di Bologna

La promozione della bicicletta come strumento di coinvolgimento e aggregazione dei soggetti locali

Monica Vercesi, Comune di Caronno Pertusella

CivicWise: Rete Globale per l’urbanistica collaborativa e l’innovazione civica nei territori

Francesco Previti, CivicWise

Vivibici: telefonia per chi pedala

Marco Lucio Argiroffi, Responsabile Marketing Coopvoce

 

 

banner-partecipa

h 13.30 – 14.30 Pausa Pranzo

Sala Margherita

h 14.30 – 16.00 – Movimenti dal basso

Per ragioni storiche, strutturali e politiche, le città italiane vivono con un certo ritardo, rispetto agli altri esempi europei, lo sviluppo di infrastrutture ciclabili, di servizi e di politiche di facilitazione per la mobilità sostenibile, con uno sviluppo sempre più abnorme del modal share e un prezzo altissimo in termini di morti e feriti sulle strade. Tuttavia il problema non è affatto italiano: salvo poco isole felici, chi si sposta in bici rimane una minoranza rispetto alle altre ripartizioni modali, con conseguenze gravi non solo sulla salute e sull’urbanistica, ma anche sulle relazioni sociali, sull’apprendimento dei più piccoli, segregati negli appartamenti e privati dello spazio pubblico in cui crescere e formarsi. È così che la bicicletta è diventata l’emblema e l’elemento di aggregazione di gruppi spontanei di cittadini e cittadine che, analogamente ad altre militanze, si battono per il proprio diritto alla mobilità sostenibile, sollecitando le istituzioni e il tessuto economico e sociale a farsi carico di un necessario cambiamento. Esperienze che coinvolgono centinaia di migliaia di persone in tutto il mondo e che spesso sono destinate a modificare profondamente l’opinione pubblica, i provvedimenti, a influenzare il mercato e la cultura.

Intervengono:

Mobilitare le famiglie

Marco Mazzei – Massa Marmocchi Milano

Izmir Bike Party 

Pinar Pinzuti – Bisikletizm 

Insieme, in bici a scuola

Anna Becchi – Bike To School Roma 

L’attivismo a un nuovo livello

Heinrich Strößenreuther*, Bicycle Referendum, Berlin

Dalla scuola alla bici

Valerio Montieri – Progetto Bicittadini Milano 

La tangenziale dei bambini

Giancarlo Simoni – Slowtown Casalmaggiore  

Le ciclopopolari, piste ciclabili fai-da-te

Sandro Calmanti – Salvaiciclisti Roma  

Esperienze di cicloattivismo in Sud America

Melissa Gòmez – Foro Mundial de la bici  

Bellezza contagiosa

Luca Simeone – Napoli Bike Festival

Storia di un movimento

Paolo Bellino – Bike manager Roma Capitale

Sala Salieri

h 16.15 – 17.15 Le opportunità dell’advocacy per le aziende

Ogni economia di mercato si basa sull’incontro di una curva di offerta e una curva di domanda di un dato prodotto o servizio che ne determina quantità e prezzi. L’aumento della domanda di un dato prodotto o servizio determina un aumento delle quantità e dei prezzi e, di conseguenza dei fatturati delle aziende produttrici/eroganti.

Biciclette, accessori e strumenti per il ciclismo e la ciclabilità sono prodotti che rispondono alle medesime logiche. La sfida per le aziende italiane operanti in questi settori deve non può che essere quindi quella di aumentare la curva di domanda di biciclette e strumenti per la ciclabilità. Per farlo, occorre intervenire sulle abitudini di mobilità dei consumatori (che è meglio chiamare cittadini).

Plenary session

Speaker:

Paolo Pinzuti, Responsabile Sviluppo Bikenomist srl.

Kevin Mayne, Direttore Sviluppo European Cyclists’ Federation

Dario Pegoretti, Telaista

Eduardo Roldan, Managing Director Shimano Italy Bicycle Components Srl

Niccolò PanozzoSmarter Cycling Project, Assistant European Cyclists’ Federation

banner-partecipa
*in attesa di conferma.

Scarica il programma in formato pdf