Organized by Veronafiere
Verona
14-16 Settembre 2016
EXHIBITION AND CONFERENCE

Lo spazio del gioco e l’accessibilità

Lo spazio pubblico urbano, sia esso costruito o verde, è ciò che fa la qualità delle nostre città. Il suo essere sicuro, inclusivo e accessibile per tutte le persone – quale che sia il loro sesso, età, condizione fisica, stato socio-economico, cultura e religione – è ciò che rende la città sostenibile (Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile).

Le aree gioco e i parchi devono pertanto essere anch’essi accessibili a persone di ogni età e con qualsiasi livello di abilità fisica. Il diritto dei bambini al riposo e al tempo libero, al gioco e alle attività ricreative è sancito dalla Convenzione sui Diritti dell’Infanzia dell’ONU. E i bambini con disabilità fisiche o mentali hanno il diritto di partecipare attivamente alla vita della comunità.

 

lecce

Considerare la diversità, che sia fisica o culturale, all’interno di un progetto non solo permette al maggior numero possibile di utenti di poter partecipare alle attività all’interno dello spazio pubblico, ma può migliorare le condizioni di fruizione dello spazio per tutte le persone.

In altri termini, “va preso atto che lo spazio pubblico urbano rappresenta una categoria chiave per la costruzione della città sostenibile in quanto capace di mobilitare contemporaneamente le dimensioni della qualità ambientale, della coesione sociale e delle prestazioni economiche di un insediamento umano” (cit. Silvia Macchi).

Tutti i bambini dovrebbero quindi avere a disposizione tempo e luoghi adatti per esercitare il loro diritto al gioco, perché questa attività è importantissima ai fini dell’apprendimento di abilità che non possono essere insegnate a parole da un genitore o tra le quattro mura di una scuola.

A CosmoBike Mobility affronteremo il tema “Lo spazio del gioco e l’accessibilità” Mercoledì 14 settembre alle ore 12:30 in sala Margherita, parleremo di:

Fano, città dei bambini

Paola Stolfa, Assessore alla Mobilità del Comune di Fano

Quando le strade diventano una festa

Pinar Pinzuti, Bisikletizm, Izmir, Turchia

Vivere il parco giochi

Claudia Protti, Cerpa – Criba

Ciclabilità urbana, un approccio cognitivo per nostre città

Giovanna Canziani, Psicologa

Progettazione partecipata: era un parcheggio

Stella Mecozzi, Operatrice sociale

banner-partecipa


Return to the list